Epidemiusic: concerti scientifici

EPIDEMUSIC: una biopianista per la ricerca scientifica!

Epidemusic nasce dal desiderio di unire le mie passioni per condividerle con altre persone, contemporaneamente auto-finanziando i miei progetti di ricerca indipendente o finanziando la ricerca di terzi,  attraverso la musica e la divulgazione scientifica. Epidemusic è il nome che mi è venuto in mente per questo progetto, siccome io, come ricercatore, mi occupo prevalentemente di statistica (e quindi anche di epidemiologia…da cui il suffisso “Epide-“), e poi perchè spero davvero che saremmo sempre più travolti da continue  “epidemie di musica”!

Epidemusic è una piccola stagione di concerti permanente, che propongo a associazioni culturali e enti che organizzano concerti e spettacoli: ogni anno propongo una serie di concerti scientifici in cui suono al pianoforte repertori che mi appartengono, spaziando dalla musica classica al jazz e a brani originali composti da me. La musica si alterna a chiacchierate su  argomenti scientifici diversi ogni sera, che riguardano sempre la salute dell’uomo e la sua relazione con l’ambiente.

In alcuni casi sono sola sul palco, suono e racconto le ricerche scientifiche promosse degli enti con cui collaboro, in altri casi condivido la serata con  musicisti  miei stimatissimi colleghi, ma anche miei amici da sempre, oppure con i ricercatori a cui offro la mia collaborazione come statistico o semplicemente come pianista, al fine di divulgare le loro scoperte.

Suono a titolo completamente gratuito, perchè le serate sono organizzate al fine di raccogliere fondi per la ricerca.

Un ‘esempio di Epidemusic?

Guarda il video di “Il cervello va ad un concerto” con il Musical Mind Project:  Alberto Varaldo alla armonica a bocca, Paolo Franciscone alla batteria e Stefano Profeta al contrabbasso, al Circolo dei Lettori di Torino.